Scopri i trattamenti più efficaci contro i pidocchi

Lo shampoo anti-pidocchi, uno dei trattamenti più usati
Mamma, ho i pidocchi!
è il campanello d'allarme più temuto dalle famiglie con bambini in età scolare (3-11 anni). Purtroppo sono proprio loro a rischiare maggiormente il contagio nel periodo marzo-ottobre e a dover spesso ricorrere alle cure di un pediatra o di un dermatologo che possa indicare un trattamento antipediculosi mirato, in grado di arginare l'infestazione.

Un intervento tempestivo consente in genere di eliminare alla radice il problema. Guai, infatti, ad abbassare la guardia o a sottovalutare i rischi del caso. Essere scrupolosi e avere una buona dose di pazienza è anzi fondamentale per evitare che i parassiti presenti sulla testa del bambino possano diffondersi rapidamente tra fratellini e genitori, infestando l'intera famiglia.

Meglio lasciarsi consigliare dal medico e dal farmacista

Dopo aver riscontrato la pediculosi e aver chiesto consiglio al proprio medico o al farmacista di fiducia, è importante iniziare il prima possibile il trattamento più adatto. I prodotti disponibili in commercio sono molti e si differenziano sia per la composizione, sia per la formulazione. Shampoo, gel, schiuma, spray, lozioni ed emulsioni sono fra i trattamenti più conosciuti e rappresentano preziosi alleati contro la pediculosi.

La convinzione che più prodotti usati contemporaneamente possano risultare più efficaci è però del tutto errata. È bene scegliere un solo trattamento contro i pidocchi, rispettando le dosi indicate sulla confezione e le modalità per una corretta applicazione. Fondamentale è, inoltre, un'accurata pulizia dei capelli dai pidocchi morti e dalle lendini dopo il primo ciclo di applicazioni da effettuare ciocca per ciocca, servendosi semplicemente del pettinino a denti stretti e di guanti monouso.

Passati 8-10 giorni dopo il primo trattamento sarà il momento della seconda applicazione. Questo perché le uova (lendini) sono molto più resistenti dei pidocchi adulti e potrebbero non essere state debellate al termine del primo intervento. Meglio quindi essere certi che le larve, nate magari dopo una nuova schiusa, siano rese inoffensive e non possano perpetrare l'infestazione.

Un trattamento (non) vale l'altro

Esistono trattamenti più efficaci di altri? Quali sono i migliori prodotti disponibili in farmacia? Quale terapia funziona davvero? Sono interrogativi piuttosto frequenti tra i genitori assillati dal problema della pediculosi, destinati però a rimanere senza risposte. Come per qualsiasi rimedio, l'unico modo per facilitare l'azione del trattamento antipediculosi è farne un uso appropriato e consapevole, evitando di rendere i parassiti ancora più resistenti (superpidocchi) e di conseguenza più difficili da eliminare. È bene essere consapevoli che non esistono rimedi miracolosi. Meglio dunque diffidare dei "metodi alternativi" che proliferano sul web, optando per prodotti testati.