Piattole: i pidocchi trasmessi sessualmente

Le piattole provocano un intenso prurito pubicoRispetto ai "cugini" pidocchi, lo Phtirius pubis presenta una forma più larga e schiacciata, che gli ha procurato il popolare soprannome di piattola. Questa, però, non è l'unica differenza impostagli dalla natura: lievemente più grande degli altri, il pidocchio del pube ha zampe con uncini più sviluppati perfetti per riuscire ad aggrapparsi saldamente a peli (quelli della zona pubica, appunto) che hanno un fusto più corposo rispetto a quello dei capelli.

La trasmissione della pediculosi pubica avviene solitamente per contatto intimo (ad esempio durante i rapporti sessuali) e proprio per questo motivo interessa quasi esclusivamente la popolazione adulta. Le femmine di pidocchio depongono circa dieci uova al giorno, fissandole alla cute con una resistente sostanza collosa. Le lendini rimangono in questa fase per circa una settimana, mentre le piattole adulte (particolarmente attive nelle ore notturne) possono facilmente diffondersi dal pube ad altre parti del corpo.

Come riconoscere la pediculosi del pube

Quando la zona pubica diventa sovrappopolata, i pidocchi del pube possono migrare verso altre zone coperte di peli come, ad esempio, la regione perineale, quella tra i glutei, lo scroto o l'incavo delle cosce. Le piattole possono spingersi anche verso l'addome, il torace e perfino sotto le ascelle e sulle ciglia (soprattutto nel caso dei bambini).

I morsi che caratterizzano la pediculosi del pube sono spesso segnalati da piccole croste alla base dei peli, ma anche in questo caso il principale sintomo è il terribile prurito che porta a grattarsi con frequenza col rischio di procurarsi infezioni e lesioni della cute. Nei casi più gravi, il medico può riscontrare delle macule cerulee (di colore azzurro bluastro) localizzate nella parte inferiore dell'addome o in quella superiore delle cosce: sono la conseguenza di variazioni cromatiche dell'emoglobina indotte dalla saliva inoculata al momento del morso dal pidocchio del pube.