• Home
  • News
  • Pidocchi dei capelli: come combatterli

Pidocchi dei capelli: come combatterli

Ciò è dovuto alla saliva di questi piccoli parassiti che scendono fino al cuoio capelluto per nutrirsi di sangue.

Cosa fare in questi casi per combattere l’infestazione? Qual è la cura più rapida e indolore? Esistono rimedi e trattamenti veramente efficaci? Gli interrogativi dei genitori in ansia sono spesso ricorrenti e quasi sempre si crede che rasare a zero i capelli dei propri figli sia l’unico modo per risolvere il problema. In realtà, farsi prendere dal panico non aiuta affatto e optare per una soluzione così drastica può risultare molto traumatico per i più piccoli.

In questo video le conseguenze della pediculosi sono davvero estreme e una mamma si trova ad affrontare milioni di parassiti annidati tra i capelli armata solo di un pettinino a denti fitti.

Mantenere la calma, soprattutto per non agitare o spaventare un bambino affetto da pidocchi, è la prima regola. Ma ciò che veramente può aiutare i genitori ad affrontare l’emergenza è imparare a conoscere il comportamento dei pidocchi in relazione ai vari tipi di capelli.

Capelli ricci

Capelli ricciSe è vero che le persone con questo tipo di capelli sono meno colpite, una volta che l’infestazione è avvenuta, proprio i ricci possono rivelarsi un ambiente particolarmente favorevole per i pidocchi.

Questo a causa delle difficoltà che si possono riscontrare nel controllare le ciocche singolarmente o nel passare il pettinino a denti fitti senza strappi dolorosi.

Capelli lisci

Capelli lisciÈ il tipo di capigliatura che più di tutti favorisce le infestazioni permettendo ai parassiti di spostarsi rapidamente da un capello all’altro e di aderire meglio al fusto.

Il fatto che sia il più diffuso tra le popolazioni caucasiche spiega perché i pidocchi si diffondano in maniera così inarrestabile tra gli individui con capelli biondi o castani, mentre colpiscono assai di rado i capelli crespi a sezione ovale tipici delle etnie africane.


Capelli lunghi

Capelli lunghiAnche in questo caso, la lunghezza del capello diventa importante soprattutto perché facilita i contatti e, di conseguenza, la pediculosi.

Basta però la piccola accortezza di raccogliere i capelli in una coda o in una treccia per iniziare a ridurre i rischi in situazioni potenzialmente critiche come a scuola o in palestra.
 

Capelli corti

Capelli cortiI pidocchi vivono così vicini al cuoio capelluto che persino rasare i capelli può non bastare.

Il contagio avviene infatti durante il contatto testa-a-testa tipico dei bambini in età scolare impegnati in attività ludiche. La lunghezza non eccessiva facilita comunque la prevenzione, rendendo molto più semplice (e più rapido) ispezionare la testa o passare il pettine in metallo tra le ciocche.

Infine, altro aspetto da non sottovalutare, indipendentemente dalla lunghezza dei capelli o dalla loro conformazione, è il colore. Incredibile ma vero: anche i pidocchi preferiscono le bionde! Una nota di colore che ha naturalmente una base scientifica: le lendini si mimetizzano molto più facilmente tra i capelli chiari, col rischio di passare inosservate fino a quando i bambini non iniziano a grattarsi la testa.