• Home
  • News
  • Eliminare le lendini: le uova di pidocchio

Eliminare le lendini: le uova di pidocchio

Il pidocchio non vola e non salta: si sposta da una testa all’altra soltanto tramite contatto diretto. Se da un lato ciò è rassicurante, dall’altro implica che la casa, dove è naturale che i contatti bambino-genitore o tra fratelli siano comuni, è insieme alla scuola uno dei luoghi privilegiati per il contagio. Dopo il trattamnento è importante anche controllare la testa dei bambini per l'eliminazione delle uova (lendini) con il pettine a denti fitti

Bisogna inoltre tenere presente che, il pidocchio può sfruttare, quali veicoli per spostarsi, strumenti quali pettini, spazzole, asciugamani ecc., benché non possa sopravvivere a lungo lontano dal capo umano. Pertanto è importante che, nel momento in cui si riscontri in famiglia un caso di infestazione, si mettano in atto alcune semplici misure per evitare la diffusione in casa e/o le recidive.

In primo luogo vanno controllate attentamente (e, nel caso, sottoposte a trattamento) le teste  di tutti i membri della famiglia, grandi e piccoli. In secondo luogo, assolutamente da evitare lo scambio di pettini, spazzole, fermagli per capelli e via dicendo. Questi, una volta utilizzati dalla persona infestata dai pidocchi, vanno lavati con acqua 60° C, temperatura alla quale le lendini non possono sopravvivere. Un lavaggio in acqua calda oppure a secco è d’obbligo anche per indumenti, grembiulini, lenzuola e peluche… Estrema attenzione va infine prestata per impedire che cappelli, sciarpe, cappucci ecc. entrino in contatto tra loro sugli attaccapanni o negli armadi, così come, soprattutto contro i pidocchi del corpo, non va trascurata la pulizia periodica di materassi e copriletti.

Da ultimo, non fatevi prendere dal panico. Non sarete né la prima né l’ultima famiglia alle prese con i pidocchi. Un po’ di sangue freddo (e di ironia), i consigli giusti… e tutto si risolverà in fretta!